Notizie

01
2012
Archiviato in: Eventi
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Di Gianluigi Belsito e Michele M. Caricola

Ritorna più che mai di attualità, nei luoghi dove è stato in gran parte girato, il mediometraggio di Gianluigi Belsito e Michele M. Caricola intitolato “A chi appartieni”. Il film è in programmazione il 6 novembre alle 20:45, nella RASSEGNA DEL MARTEDI’ organizzata dal CINEMA NUOVO DI BISCEGLIE, tra il primo e il secondo spettacolo de Il Rosso e il Blu, con Riccardo Scamarcio, il cui biglietto è in abbinamento.

Trailer su YouTube.

Rientrata in un’inchiesta online sui cosiddetti prosti-studenti, reduce da una serata-dibattito sul tema del lavoro giovanile organizzata nel foggiano alla presenza di autorità politiche della Giunta regionale, l’opera sostiene la tesi secondo cui il mondo del lavoro in Italia può seguire due strade: quella della competenza e quella della appartenenza. E se non sei un “miracolato” con qualcuno che ti protegge puoi ritrovarti a fare un mestiere che mai avresti immaginato, anche senza “protettori”. Nelle polemiche di questi giorni sulle dichiarazioni della Fornero, profetico fu il saggista Marcello Veneziani che, nel suo editoriale del primo maggio sul quotidiano Il Giornale, volle consigliare al ministro e ai sindacati che festeggiavano il Lavoro di “procurarsi un mediometraggio di due ragazzi del sud, Gianluigi Belsito e Michele Caricola”, ironizzando il tutto con le parole di Totò, che aveva precorso la vana oscenità di mostrare il curriculum per trovare lavoro: Ci faccia vedere il curriculum. Qui, davanti a tutti? Il film è la storia aspra di un giovane universitario, interpretato da Luigi Di Schiena. Paolo, il nome del personaggio, si ritrova catapultato in un mondo del lavoro sbarrato, dove la meritocrazia cede il passo a svariate forme di “appartenenza”. Intuendo ben presto di non potercela fare contando esclusivamente sulle sue forze, il ragazzo cede alle lusinghe dell’amico Simone, l’esordiente Francesco Paolo Palmese, che lo induce a tentare la strada della prostituzione. Ma l’incontro con Patty, l’attrice Claudia Lerro, potrebbe cambiare il corso delle cose. Francesco Carrassi e Giustina Buonomo sono tra gli altri interpreti di un film che, sin dalla sua prima proiezione, ha scosso il pubblico per la sua durezza e l’attualità. La produzione è di Aliamedia.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS