Casale San Nicola

Notizie

04
2013
Archiviato in: Musica e concerti
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Oggi, 4 agosto 2013 a BisceglieBreak in jazz 2013Questa sera a Bisceglie in Largo San Matteo si terrà “Break in jazz”, concerto jazz davvero imperdibile promosso dall’Associazione Arci Open Source nell’ambito del cartellone dell’estate biscegliese. Ospite atteso, nel suggestivo scorcio del borgo antico, il maestro Roberto Ottaviano che offrirà un repertorio jazz dagli anni ’20 ad oggi, tra Swing, Bossa Nova e Avant-guarde.

Lo spettacolo sarà un vero e proprio viaggio musicale tra infiniti contrappunti e atmosfere soffuse e accattivanti; compagni di viaggio gli amici musicisti Fabrizio Garofoli e Giuseppe Giaffredo e un’ensemble d’eccezione composta da Pasquale Gadaleta, Giulio Medici, Paolo Azzella, Vito Di Modugno, Angelo Mastronardi e Gennaro Salvatore Pansini che si alterneranno sul palco della piazzetta.

L’ospite principale Roberto Ottaviano è docente titolare di Musica Jazz presso il Conservatorio N.Piccinni di Bari dal 1989 ed è inoltre Direttore del Dipartimento di Nuovi Linguaggi e Tecnologie presso lo stesso Istituto. Attivo professionalmente dalla fine degli anni ’70, ha studiato con Federico Mondelci, Steve Lacy, George Russell. Suona ed incide con numerosi musicisti tra cui Dizzy Gillespie, Chet Baker, Mal Waldron, Reggie Workman, Andrew Cyrille, Giorgio Gaslini, Andrea Centazzo, Karl Berger, Keith Tippett, Steve Swallow, Kenny Wheeler, Pierre Favre, Franz Koglmann, Ray Anderson, Hamid Drake, Ralph Alessi, Han Bennink, Paolo Fresu, Louis Moholo, e tantissimi altri.

Gira il mondo esibendosi nei maggiori festivals in Francia, Germania, Inghilterra, Belgio, Norvegia, Unione Sovietica, Austria, Israele, India, Giappone e Stati Uniti. Suona con numerosi artisti africani tra cui Francis Bebey e Lamine Kontè in Senegal, Cameroun, Mali e Costa D’Avorio. Dirige da alcuni anni i propri gruppi Pinturas e Otto Volante e fa parte dell’Italian Instabile Orchestra e Viva La Black. Ha inciso per le maggiori etichette italiane tra cui Splasc(h), Red, Soul Note, Dodicilune, e straniere come la Ogun, ECM, Universal e Enja. Ha vinto numerosi referendum per le riviste Coda, Musica Jazz e Jazz It.

Ottaviano detterà il ritmo nel cuore del centro storico in una serata “fuori dagli schemi” che saprà sorprendere e conquistare il pubblico. Gli spettatori potranno conoscere meglio i protagonisti della serata con un’apposita guida all’ascolto realizzata per l’occasione dall’associazione Open Source.

L’evento è gratuito, l’inizio è previsto per le ore 21.30.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS