Notizie

10
2013
Archiviato in: Comunicazioni
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Sabato 13 luglio a Corato (Ba)

Sabato 13 luglio 2013, a Corato, alle ore 19.00, con una solenne celebrazione eucaristica presieduta da S. E. Mons. Giovan Battista Pichierri, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, sarà riaperto al culto il Santuario di Santa Maria Greca.

Dopo la celebrazione sono previsti gli interventi di:

  • Don Sergio Pellegrini, Parroco
  • Don Saverio Pellegrino, Direttore dell’Ufficio diocesano Beni Culturali
  • Arch. Rosalia Loiodice, Progettista e direttore dei lavori

“In occasione della festa della Madonna Greca – dichiara Don Sergio Pellegrini, Parroco di Santa Maria Greca – dopo un complesso lavoro di restauro, sarà riaperta al culto la Cripta del Santuario che custodisce l’icona raffigurante la Madonna Greca (olio su tavola). La tradizione lega l’effige ad eventi miracolosi avvenuti nel 1656 e che ne hanno fatto la protettrice di Corato.Collocato nel centro storico, il Santuario Diocesano di Santa Maria Greca, è un prezioso edificio che riveste per la città e per l’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie grande importanza sotto il profilo storico, artistico e religioso.Lungo i secoli è stato meta di pellegrinaggi legati alla devozione mariana. Dal 1963, con la sepoltura dei resti mortali della Serva di Dio  Luisa Piccarreta (della quale è in corso il processo di beatificazione), la chiesa è divenuta anche meta di visite da tutto il mondo.Il flusso crescente di visitatori, attratti anche da altri manufatti di rilevanza artistica in essa presenti, ha reso sempre più necessario l’adeguamento delle strutture, dei servizi e degli spazi alle mutate esigenze. L’edificio costituito da una Chiesa Superiore e da una Cripta ha subito, nel tempo, varie trasformazioni, demolizioni, ricostruzioni e ampliamentifino ai giorni nostri. Il restauro si è reso possibile in parte grazie al finanziamento del fondo 8xmille della Chiesa Cattolica Italiana e al finanziamento della Regione Puglia. Soprattutto però, va annoverato lo sforzo economico di tanti parrocchiani che generosamente hanno contribuito perché questo luogo fosse
restituito alla città a beneficio di tutti. Un ringraziamento particolare, desidero rivolgere a chi ha concretamente realizzato il restauro. In primis alla progettista e direttrice dei lavori arch. Rosalia Loiodice, all’Impresa Co.me.st. di Giuseppe Storelli e a tutte le maestranze intervenute con competenza e generosità”.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS