Notizie

24
2009
Archiviato in: Comunicazioni
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Recensione di Mimmo Amato tratta dal quotidiano online bisceglielive.it

GranvarietaGran Varietà è stato sempre il titolo dei grandi spettacoli. Ricordiamo, per citarne qualcuno, quello radiofonico di Amurri e Verdi con Proietti, Gassman, Chiari, Montesano, ecc. degli anni ’60 e, più vicino ai nostri tempi, quello di Arturo Brachetti, l’uomo dai mille volti, uno show nutrito di commedia, musical, circo, varietà.

La compagnia teatrale “Res Comica” di Bisceglie fa suo questo titolo e presenta una contaminazione che va dalla prosa alla canzone, dalla farsa al dramma, dal riso alla commozione, dalla poesia alla parodia. Uno spettacolo tout court, un puzzle di scenette, barzellette, macchiette, gags, numeri musicali a sorpresa. Un varietà che è musical, cabaret e danza insieme. Un gioco teatrale pirotecnico dove scintillano immagini e canzonette che fecero d’oro l’epoca dell’avanspettacolo. Ricordi di un genere che per decenni con varie coloriture divertì il mondo intero, di una formula che unì in musica il gusto popolare e quello aristocratico.

Si tratta di uno spettacolo di varietà che cerca di recuperare la bellezza e le sensazioni degli anni trenta e cinquanta, con l’idea di riportare in vita proprio la dimensione originaria dell’avanspettacolo valorizzando un genere oggetto di sempre maggior curiosità.

Il tentativo di riportare in scena un genere così dimenticato è sicuramente dettato dall’interesse al genere stesso, ma anche motivato dal fatto che televisione e programmi demenziali abbiano fatto scordare e perdere al grande pubblico il senso di una sana risata e di battute intelligenti.

Un’indubbia singolare operazione di recupero che guardando al passato strizza un occhio al futuro.

Uno spettacolo riuscitissimo, avvincente, divertentissimo che ha visto la compagnia di Carlo Monopoli protagonista domenica 23 agosto presso l’anfiteatro del Mediterraneo di Bisceglie nell’ambito dell’Estate Mediterranea 2009.

Un varietà elegante, agile, applaudito e apprezzato dal pubblico.

Bravi tutti, a partire da Carlo Monopoli, (reduce dai recenti successi di critica e di pubblico ottenuti con la Compagnia di Operette Corrado Abbati) regista, “cantattore”, autore di alcuni testi, graffianti, originali, divertentissimi confezionati per la circostanza e abilmente sviluppati.

Un Monopoli, inutile dirlo, che ha espresso completezza interpretativa, ha saputo muoversi sulla scena con grande fisicità e naturale vena comica. Un inarrestabile affabulatore, un vero istrione da palcoscenico.

Bravo Donato De Cillis (barzellettiere della serata), spontaneo, versatile, non solo convincente ma comicamente accattivante capace di disegnare ruoli di surreale godibilità. E poi Enzo Ciani, con la sua verve naturale, simpatico e disinvolto; Francesco di Benedetto, delicato e comico; il soprano Raffaella Montini, voce nobile, dolce e morbida; Emanuela Trione con la sua innata e contagiosa simpatia. E così tutti gli altri che hanno saputo mantenere un ritmo incalzante, coinvolgente, fantasioso, frizzante: Loredana Cortese, Susanna Mastrofilippo, Giuseppe Sasso.

Non vanno trascurate le musiche, elaborate ed eseguite con altissima professionalità e competenza da Bruno Belsito.

In ultimo, ma non ultimo, il corpo di ballo con i suoi balletti molto divertenti, in voga in quel periodo, curati con maestria e ricerca da Amalia Piazzola.

“Gran Varietà” Uno spettacolo completo e divertente in cui tutti gli aspetti sono stati curati, dalla recitazione al canto ai costumi, ma soprattutto uno spettacolo originale per l’idea e l’efficace realizzazione.

Una perla raffinata e di qualità.

Applausi, applausi, applausi.

Fonte: bisceglielive.it .

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS