Il Golfo delle Sirene

Notizie

29
2013
Archiviato in: Inviti
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Mercoledì 5 giugno 2013 a cura dell’UNESCO di Bisceglie

 5 giugno 2012 giornata mondiale dell'ambiente2013 UNESCO ANNO INTERNAZIONALE DELLA COOPERAZIONE DELL’ACQUA

5 giugno GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE
Le lame nel patrimonio ambientale della Puglia e di Bisceglie.
Dott. Vincenzo Iurilli – Geologo, PhD Department of Geology and Geophysics

La  Giornata mondiale dell’ambiente è un evento annuale istituita dall’O.N.U. per ricordare la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano del 1972 nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (U.N.E.P. United Nations Environment Programme),  Attraverso la Giornata mondiale dell’ambiente, il Programma delle Nazioni Unite è in grado di personalizzare le questioni ambientali e consentire a tutti di diventare agenti di cambiamento a sostegno di uno sviluppo sostenibile ed equo.

Il Club UNESCO Bisceglie, presieduto da Pina Catino, ha promosso e organizzato in collaborazione con il SOMS “ Roma Intangibile” Presidente Nicolantonio Logoluso e ITES “G. Dell’Olio” di Bisceglie, D. S. prof Francesco Sciacqua,  per celebrare il 5 giugno World Environment Day, un incontro articolato in tre tempi: visita guidata nella LAMA Orto Schinosa 

conferenza sul tema: LE LAME nel Patrimonio ambientale della Puglia e di Bisceglie” con il Geologo e speleologo, prof. Vincenzo Iurilli, Ph D Department of Geology and Geophysics, UniBa, 2 Interventi su Ambiete e Diritto a cura del Dott Lirio Grillo e Agnese Azzollini, Soci Giovani Club UNESCO Bisceglie

Una notevole caratteristica della Regione Puglia, in gran parte carsica, è la presenza diffusa di “valli secche”, incisioni determinate dai flussi idrici ma da essi abbandonate, e note localmente come lame o gravine.

Sono testimoni di una storia geologica complessa, contaminata dalle interferenze del clima e, più recentemente, delle azioni antropiche. Come l’uomo è stato costretto ad adattarsi a questo ambiente fisico, e ai suoi vincoli, sfruttandone al meglio le caratteristiche, così l’ambiente è stato dall’uomo modificato in alcuni piccoli dettagli, non senza fatica, allo stesso fine di costruire la propria sopravvivenza.

In alcune località, tra cui l’agro biscegliese, e lo stesso centro urbano, ma anche numerose altre località pugliesi, le lame rappresentano rarità morfologiche, talora con ambienti rupestri isolati da un contesto ben diverso, intensamente antropizzato. L’osservazione multidisciplinare di questi ambienti porta ad apprezzarne le diverse sfaccettature che, basate sulla imprescindibile “geodiversità”, vanno dal ruolo ecologico di “corridoi di biodiversità” alle  tracce lasciate dall’uomo in millenni di interazioni non sempre felici. Il nuovo contesto normativo sulla pianificazione in Puglia costituisce l’occasione da raccogliere localmente, in particolare nella pianificazione urbanistica, per garantire la salvaguardia di questi ambienti.

Attraverso il  linguaggio universale dell’Arte per un Etica Globale, Acqua POESIA di Vita, con il Drammaturgo e Poeta Zaccaria Gallo e i Giovani Soci del Club UNESCO Bisceglie, Flavia, Walter, Flavia Maria che declameranno Poesie di Garcia Lorca, Neruda, Piumini, Baudelaire, Herman Hesse, D’Annunzio, Ungaretti, si concluderà la celebrazione della Giornata mondiale dell’ambiente.

Le conclusioni al dott. Salvatore Valletta, Presidente SIGEA Puglia. L’evento gode del Patrocinio Regione Puglia Presidenza del Consiglio, Città di Bisceglie, SIGEA, Villaggio Globale, Federazione Speleologica Italiana, Archeoclub d’Italia-Sez. Bisceglie.

Dott. Vincenzo IURILLI Socio della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale, è  Dottore di Ricerca in Geomorfologia, particolarmente interessato al carsismo, sia di superficie che sotterraneo.

Occupato nel Laboratorio di Cartografia Geologica dell’Università di Bari, presso il Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali. Impegnato in studi sulle dinamiche del carsismo, come la speleogenesi; partecipa al progetto di ricerca sul rischio sismico in Puglia, nel gruppo di lavoro con il Dipartimento della Protezione Civile e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) analizzando i dati speleologici indicatori di sismicità rilevabili nelle grotte pugliesi;
Partecipa attualmente al progetto CAVE, con l’Università di Coimbra, in Portogallo, rilevando e analizzando dati di varie grotte portoghesi.

Componente della Commissione Locale per il Paesaggio di Ruvo di Puglia, nello stesso paese ha rappresentato per 6 anni il Gruppo Speleologico, ha partecipato alla stesura del Piano Urbanistico Generale,  e alla progettazione di lavori in cooperazione con l’Ente Parco dell’Alta Murgia, come la guida alle “Agro passeggiate” di recente pubblicazione. Attualmente è attivo nel Consiglio Direttivo della Federazione Speleologica Pugliese, come segretario, partecipando ai due anni di lavori per la realizzazione del Catasto Speleologico Regionale”.

Negli anni ’90 ha collaborato con la sua associazione ai rilievi e studi che hanno accompagnato la riapertura al pubblico delle Grotte di Santa Croce in agro di Bisceglie.

Autore e coautore di pubblicazioni sia scientifiche che divulgative, in particolare quelle finalizzate alla diffusione della “geo-cultura” quale strumento al servizio della gestione partecipata e consapevole del territorio, insieme alla SIGEA di cui è socio di vecchia data, e con la quale partecipa ad iniziative di sensibilizzazione e didattica, come corsi, progetti formativi, convegni ed escursioni didattiche sul territorio.
Tra i lavori reperibili, si ricorda il contributo al volume sul patrimonio geologico della Puglia, con contributi di vari autori, oggi scaricabile in formato PDF dal sito della SIGEA-Puglia.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS