Notizie

25
2012
Archiviato in: Comunicazioni
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Comunicazione inviata dalla Pro Loco biscegliese alle redazioni

Le iniziative celebrative dei 50 anni di attività della Pro Loco UNPLI di Bisceglie hanno attestato l’affetto di quanti, tra soci, cittadini biscegliesi, rappresentanti istituzionali e delle realtà associative cittadine, hanno apprezzato e continuano ad apprezzare l’impegno e la dedizione messi in campo dai volontari dell’Associazione.

La presenza di autorevoli rappresentanti dell’UNPLI, quali il presidente nazionale Claudio Nardocci, il presidente regionale Angelo Lazzari e il vice presidente regionale Rocco Lauciello, ha testimoniato la validità e l’efficacia del lavoro della Pro Loco biscegliese.

I messaggi augurali giunti in Associazione da parte del Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano e del Ministro del Turismo Piero Gnudi non fanno che rimarcare la bontà del nostro operato.

Abbiamo anche accolto con grande soddisfazione e profondo compiacimento il pubblico ringraziamento per “il lavoro svolto a favore della comunità” esternato dal sindaco Francesco Spina in una recente intervista televisiva.

Grazie anche al vice sindaco Gianni Casella (al quale rivolgiamo la solidarietà dell’intera associazione in seguito all’episodio di vandalismo che lo ha coinvolto), a tutti gli assessori e i consiglieri provinciali, agli assessori e ai consiglieri comunali che hanno preso parte alle iniziative celebrative.

Ribadiamo il sentimento di gratitudine nei confronti del direttore artistico della mostra celebrativa dei 50 anni Enzo Abascià, il quale ha compiuto, con l’ausilio dei volontari dell’associazione e con grande passione, un lavoro egregio e apprezzato dai visitatori.

Grazie anche a coloro che non hanno perso tempo a calarsi nei panni dei detrattori (ruolo facilissimo da interpretare) perché ci consentono di precisare alcune questioni: per l’allestimento della mostra e nel corso della sua apertura al pubblico i documenti storici non sono stati né danneggiati, né erano in balìa dell’umidità (l’ondulazione è stata una chiara volontà del direttore artistico), né, in futuro, andranno persi. Se alcuni dei detrattori in questione fossero stati presenti all’inaugurazione della mostra stessa, avrebbero compreso le scelte intraprese e spiegate dal direttore Abascià. So bene però che è meglio ed è più facile saper dire che saper fare. Nell’archivio della Pro Loco di Bisceglie esistono altre copie originali dei documenti esposti che garantiscono l’integrità di 50 anni, pardon, 55 anni di storia (prima costituzione avvenuta nel 1957, così non scontentiamo nessuno). Non serve aizzare, inveire, denigrare. Abbiamo sempre prediletto il confronto rispetto allo scontro.

Ma si sa, è già capitato: ogni qual volta un ente, una realtà, un’organizzazione produce qualcosa di costruttivo, di incisivo, di buono, c’è sempre qualcuno pronto a denigrare.

In questo paese difficilmente si lavorerà “facendo sistema” se prevale ancora una “vecchia logica” ancorata ai concetti de “il mio è meglio del tuo”, “io ne so più di te” e “io… io… io…”.

Il fatto vero e importante è che molti della “salumeria Pro Loco” hanno apprezzato capacità, impegno, spirito di servizio e risultati.

Tutto il resto, anche questa stessa lettera, è fumo futile, trascurabile e improduttivo. E tutto ciò che rientra nel novero delle cose futili, trascurabili e improduttive alla Pro Loco di Bisceglie non interessa.

Grazie a tutti.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS