Notizie

23
2010
Archiviato in: Comunicazioni
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

L’atmosfera natalizia evoca nell’animo della gente sensazioni di bontà e di amore

L’atmosfera natalizia evoca nell’animo della gente sensazioni di bontà e di amore, accompagnate dalla voglia di vivere le tradizioni di un tempo.

Il Presepe rappresenta, nella cultura italiana e nella fattispecie nella cultura meridionale, il simbolo per eccellenza del Santo Natale. Le sue origini sono saldamente radicate nella storia, con l’arte creativa che si tramanda di generazione in generazione, per custodire e trasmettere intatte sensazioni ed emozioni uniche.

A Bisceglie, nell’Antica Chiesa della Misericordia, in quella che è stata una delle prime chiese extramoenia della città, l’omonima comunità parrocchiale ha realizzato il Tradizionale Presepe di Natale, come ormai consuetudine nell’ultimo decennio, avvalendosi della “direzione artistica” dei maestri Paolo Ricchiuti e Nicolò Palumbo

Il Presepe, composto da trecento pezzi tra animali e personaggi (tutti realizzati dal Ricchiuti e dal Palumbo, adornati con abiti cuciti dalla Sig.ra Grazia Mastrototaro), rappresenta scene della vita popolare napoletana, tipiche dei quartieri spagnoli del ‘700, spaziando dalle botteghe artigianali ai luoghi di mercanzia quali mercati, macellerie, fruttivendoli, passando per scorci di vita quotidiana fino a giungere alle scene allestite in ambiente rupestre. Il tutto coordinato da uno splendido gioco di luci, che attribuisce al presepio l’alternanza del giorno e della notte, abbinato ai suoni del paese (scroscio dell’acqua delle fontane, gemiti di lattanti) e ai versi della natura.

Il modello scelto quest’anno per la realizzazione dell’opera affonda le radici nella cultura popolare meridionale, prendendo ispirazione, per l’impostazione scenica, dal famoso presepe “Cuciniello” custodito nel Museo S.Martino a Napoli.

“E’ la prima volta che questo tipo di presepe viene presentato a Bisceglie – afferma il Maestro Prof. Ricchiuti –. La particolarità di quest’anno è la cura dei particolari nella realizzazione degli animali, tutti in terracotta, dotati di occhi realizzati in vetro. Il mio invito, a chi ci delizierà con la propria visita, è quello di fermarsi ad osservare con calma il presepe e a lasciarsi coinvolgere dalle luci e dai suoni, così da poter porre attenzione ai particolari curati nei minimi dettagli. Da ammirare sono gli elefanti schierati sulla strada lungo il corteo dei Magi.

Il grazie mio e del Maestro Palumbo– continua Paolo Ricchiuti – va innanzitutto alla comunità parrocchiale della Misericordia che annualmente ospita il presepe e a quelle persone, in particolar modo ai Sig. Mimì Cangelli e Mimì Monopoli (della Confraternita), Nicola Lopopolo e Mauro Colangelo (Coord. Caritas), che prestano la loro disponibilità nella realizzazione dell’opera, curando gli aspetti scenografici.”

Il presepe sarà visibile presso l’Antica Chiesa della Misericordia, in via Pendio Misericordia, tutti i giorni, fino al 06 gennaio, dalle 18 alle 21 con aperture straordinarie la mattina dei giorni festivi dalle 10 alle 12.

(Pasquale Losapio)

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS