Pro Loco
Benvenuto nel sito della Pro Loco di Bisceglie (BT)

Conosci la nostra Città visitando il nostro sito ricco di immagini, contenuti ed informazioni utili. Contattaci via mail o vieni a trovarci in Via Giulio Frisari, 5.

Notizie

20
2020
Pubblicato da: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Grande successo per l’edizione 2020 della Giornata Nazionale del Dialetto. L’evento si è svolto nel prestigioso Circolo Unione di Bisceglie lo scorso venerdì 17 gennaio, in collaborazione con l’associazione “La Canigghie” (associazione per la salvaguardia e la valorizzazione della lingua locale) e la Pro Loco di Bisceglie.

Attori, comici e illustri studiosi del dialetto hanno intrattenuto e istruito il folto pubblico presente. Per l’associazione “La Canigghie” sono intervenuti  Tommaso Fontana (presidente), lo scrittore e poeta Demetrio Rigante ed il professor Nicola Gallo. Fra gli altri ospiti di rilievo: il sindaco di Bisceglie Angelantonio AngaranoVincenzo De Feudis (presidente della Pro Loco Bisceglie) il giornalista e scrittore Luca De Ceglia, il prof. Giuseppe D’Andrea (studioso dell’etimo della parola dialettale) e il dott. Felice Giovine (presidente dell’Accademia della Lingua Barese “Alfredo Giovine”).

 Nel corso della manifestazione, la CompagniAurea, ha portato in scena una versione in lingua e dialetto de “La Signora delle Camelie” divertentissima pièce ispirata al romanzo del 1848 di Alexandre Dumas figlio, reso famoso da Gigi Proietti. A rappresentarlo al Circolo Unione sono stati gli attori: Nicola Losapio, Sabrina PapagniIlaria Di BenedettoCamilla Sinigaglia e Arianna Lamantea.
15
2020
Pubblicato da: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

La Canigghie, Associazione per la salvaguardia e valorizzazione della lingua locale, e la Pro Loco UNPLI di Bisceglie, nell’ambito delle iniziative promosse dalla UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), annunciano le iniziative programmate per la Giornata Nazionale del Dialetto 2020 del 17 gennaio p.v., data destinata alla celebrazione di tale ricorrenza anche dall’Amministrazione Comunale di Bisceglie.

Presso la scuola R. Monterisi di Bisceglie, la mattina con i docenti ed alunni delle classi Ia e IIIa del corso A  ed il pomeriggio con i docenti e le classi IIe dei corsi D-F, gli alunni declameranno i versi di alcune poesie di autori dialettali del passato e contemporanei e declameranno altre poesie dialettali e alcuni canti fortunatamente riscoperti della tradizione vernacolare biscegliese.

 Alle iniziative presso la suddetta scuola, insieme alle famiglie degli alunni, parteciperanno componenti de La Canigghie e della Pro Loco cittadina.

La sera, la Giornata del Dialetto si celebrerà alle ore 19.00 presso la sede del Circolo Unione di Bisceglie in via Aldo Moro n. 38 dove il poeta Demetrio Rigante dedicherà un “Messagge d’amóre o paiése méie…” e gli attori teatrali Franco Carriera, Natale Di Leo, Anna Lozito e Antonio Todisco declameranno versi dialettali di autori del passato e contemporanei.

Saranno presenti il sindaco dott. Angelantonio Angarano e i componenti della Canigghie e della Pro Loco.

Interverranno a dare un proprio contributo culturale il prof. Giuseppe D’Andrea, studioso dell’etimo di parole dialettali, il giornalista e scrittore Luca De Ceglia, il dott. Felice Giovine dell’Accademia della Lingua Barese.

Saggi teatrali di dialetto saranno curati dai componenti della Compagnia Dialettale Biscegliese, della CompagniAurea, dal poliedrico attore Carlo Monopoli e dal cabarettista Vitantonio Mazzilli.

Nel corso della serata il prof. Nicola Gallo informerà delle peculiarità del “Calannèire 2020 de Vescègghie, di cui saranno disponibili alcune copie per una raccolta fondi a favore della Coop. Uno Tra Noi e del Poliambulatorio medico solidale “Il buon Samaritano”.

Moderatore della serata il dott. Donato De Cillis.

 

L’accesso alla manifestazione è libero.

 

07
2020
Pubblicato da: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

“Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani, la sua testa ed il suo cuore è un artista.”

Questa citazione di San Francesco d’Assisi rispecchia a pieno il percorso umano ed artistico di Aldo Piccione, “l’artista operaio “venuto a mancare il 7 gennaio 2019 a Germagnano Valli di Lanzo Torino.

Aldo Piccione nasce a Corato nel 1942, si diploma a Bari presso l’Istituto Statale d’Arte, frequenta l’Accademia delle Belle Arti, consegue l’abilitazione all’insegnamento e successivamente svolge l’attività di docente presso l’Istituto Statale d’Arte di Corato, nonché al Liceo Artistico Statale di Bari.

Spinto da una forza interiore volta a combattere l’oppressione, lo sfruttamento, l’emarginazione sociale, Piccione abbandona l’insegnamento e inizia a lavorare in fabbrica a Torino per immedesimarsi e conoscere da vicino le problematiche del mondo operaio.

Questa esperienza segna in maniera profonda la vita di Aldo Piccione così che “le sue mani, la sua testa, il suo cuore” trasmettono sulla tela grida di dolore dell’un uomo che soffre, che è oppresso, emarginato e deriso. Nel contempo, però, l’artista lo incita a non sentirsi sconfitto e a vivere con dignità la vita come meraviglioso dono da coltivare sempre con amore anche nei momenti più difficili.

Le opere che Aldo Piccione ha lasciato sono un documento vivo della condizione umana che giorno dopo giorno deve lottare contro le ingiustizie ma che mai sarà vinta se la solidarietà umana saprà essere muro invalicabile.

Ad un anno dalla sua morte parenti ed amici di Corato ricordano Aldo Piccione con una Santa Messa presso la chiesa Maria S.S. Incoronata il giorno 7 gennaio 2020 alle ore 18,30.

Ma sarebbe ancora più bello e giusto che Corato ricordasse “le mani, la testa e il cuore” dell’artista con una grande mostra del suo ciclo pittorico sempre di grande attualità.

07
2020
Pubblicato da: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Il 2019 si conclude con un bilancio positivo per l’associazione Pro Loco Unpli di Bisceglie, che quest’anno festeggia il suo cinquantottesimo anno di attività sul territorio.

Secondo il presidente della Pro Loco cittadina, Vincenzo De Feudis, “questo è stato un anno irripetibile. La Pro Loco Bisceglie ha infatti preso parte ad iniziative di primo piano, anche a livello nazionale, mirate alla valorizzazione del territorio. Non solo: grazie al lavoro dei volontari, del servizio civile e non, e potendo contare su circa un’ottantina di soci, siamo riusciti anche quest’anno a offrire una vasta gamma di servizi non solo alla cittadinanza biscegliese ma anche ai turisti che si sono recati al nostro sportello in via Cardinale Dell’Olio al numero 28.”

Tra le iniziative da mettere in rilievo, c’è sicuramente la Giornata Nazionale del Dialetto “Salva la tua lingua locale”, con invito aperto a tutta la cittadinanza. Un posto di spicco, inoltre, è occupato dalla presentazione del volume “In Puglia tutto l’anno” alla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo, storica manifestazione organizzata da Fiera Milano che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo. Il volume raccoglie tutte le iniziative più importanti delle Pro Loco di Puglia per l’intero anno; un’occasione unica per promuovere le manifestazioni sia locali  che a livello nazionale, tanto che un secondo volume, aggiornato per il 2020, verrà presentato il prossimo febbraio, nuovamente alla BIT.

Da non dimenticare altre importanti attività: per esempio la presenza nelle tradizionali sagre dei casali di Zappino, Giano e Pacciano, e la Notte di Poesia al Dolmen, giunta all’ottava edizione, tenutasi a luglio, che quest’anno ha omaggiato il poeta Giacomo Leopardi, una delle più importanti figure della letteratura mondiale, in occasione del bicentenario per la stesura della poesia “L’Infinito”. Per tale ragione la serata si è onorata del patrocinio morale del Centro Nazionale di Studi Leopardiani (CNSL) di Recanati. Altra manifestazione estiva da ricordare è A cena con… le stelle!, arrivata quest’anno alla terza edizione, svoltasi il 10 agosto presso il Casale di Pacciano, in collaborazione con l’associazione Astrophili Physis, gestrice del bene.

A settembre, La Pro Loco è stata protagonista di un altro evento di spicco, ovvero la presentazione presso la Fiera del Levante di Bari del volume “Vie Antiche di Puglia”, incentrato sulla Via Francigena, per la quale la Pro Loco Bisceglie svolgerà la funzione di desk informativo a livello regionale. Contestualmente, è stato presentato anche il progetto Tutela del Dolmen La Chianca e lama Santa Croce, mirato alla salvaguardia e alla valorizzazione di queste due risorse imprescindibili per l’attrattiva turistica esercitata da Bisceglie. La manifestazione è stata totalmente finanziata con un progetto  della Regione PUGLIA. 

Da sottolineare anche la  partecipazione alla campagna di raccolta fondi Telethon, svoltasi nella giornata del 15 dicembre, che ha visto i volontari dell’associazione scendere in piazza per la ricerca.

Come ha ricordato il presidente De Feudis, “la nostra intenzione è quella di continuare ad innovarci cercando sempre di proporre un servizio di qualità, come nel caso delle numerose iniziative passate e in quello dell’alternanza scuola/lavoro, che ci vedrà impegnati anche per il corrente anno.”

« Pagina precedentePagina successiva »
Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS