Notizie

22
2011
Archiviato in: Libri
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Venerdì 25 novembre – Teatro “Garibaldi”

L’etica nello sport e le metafore della vita i temi nel dibattito promosso dal Club UNESCO di Bisceglie

Un tema mai desueto. Probabilmente le parole spese a proposito sono state tante, a volte eccessive: prima o poi abbisogna che qualcuno faccia qualcosa per iniziare, nel proprio piccolo, a rendere concreta l’etica. Dal greco “èthos”, comportamento, l’etica rappresenta un ramo della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e ne da uno status: buoni, cattivi, leciti o inappropriati. E, all’interno di questa branca, scorgiamo l’etica sportiva: tradotta sommariamente nel termine “fair play”(dall’inglese: lealtà) è una fattispecie che richiede, però, una traduzione in termini pratici.

Pasquale D’Addato, manager di successo e di garbo nel campo dell’industria e della distribuzione nazionale, così come in campo sportivo, precisamente arbitrale, arrivando a ricoprire ruoli anche lì dirigenziali come osservatore degli arbitri di calcio di Serie A e designatore di quelli regionali, e Francesco De Rosa, giornalista e scrittore napoletano, laureato in Filosofia con diversi libri ed inchieste giornalistiche alle spalle, hanno provato a mettere nero su bianco questo concetto, scrivendo un libro nato dall’estro dei propri autori, con il dichiarato intendimento di consentire argomentazioni affinché l’UNESCO possa dichiarare la figura dell’arbitro (di ogni disciplina sportiva e di ogni ambito) addirittura come “Patrimonio Testimone di una cultura di Pace”. Gli autori hanno dichiarato che quando tutto questo sarà compiuto, sarà raggiunta la “mission” del testo. Edito da neomediaitalia, gli autori, prendendo spunto dal celebre capolavoro del cantautore Francesco de Gregori, (La Leva calcistica del ’68, ndr) raccontano di Nino, nato nel 1968 a Roma, legato a questa canzone e che grazie alla sua tenacia riesce a sfidare le avversità della vita. Il tutto animato da una passione smodata. Un giornalista-scrittore ed un arbitro federale “prestato” all’impresa, insieme, sulle tracce della storia di Nino.

Il Club UNESCO di Bisceglie presenta, in occasione del primo centenario della nascita dell’Associazione Italiana Arbitri, il libro “Nino e il calcio di rigore” i cui ricavati andranno interamente in beneficienza.

Nell’organizzazione sono coinvolti anche il Rotaract Club di Bisceglie e la Sezione Arbitri AIA-FIGC di Molfetta.

L’appuntamento è fissato per Venerdì 25 Novembre 2011 ore 18 presso il Teatro Garibaldi di Bisceglie, in piazza Margherita di Savoia. La presentazione del libro avverrà all’interno di un dibattito dalle variegate sfaccettature, intitolato “ETICA NELLO SPORT E NELLA VITA” e che vedrà come interventi quelli di Francesco SPINA, Primo Cittadino del comune di Bisceglie, Pina CATINO Presidente del locale Club UNESCO di Bisceglie, Marialuisa STRINGA, Presidente Italiano Federazione Club e Centri UNESCO e membro dell’esecutivo Mondiale, AnnaTeresa RONDINELLA, Segretario Generale Federazione Nazionale Italiana Club e Centri UNESCO Sergio SILVESTRIS, Parlamentare Europeo, Carlo SESSA prefetto della provincia Barletta-Andria-Trani, Francesco LORUSSO Procuratore Regionale della Corte dei Conti per la Puglia, e Marcello NICCHI Presidente Nazionale Associazione Italiana Arbitri, oltreché di Mons. Giovanni RICCHIUTI, Arcivescovo di Acerenza già Rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta e di Don BACKY cantautore e musicista. Conduce Paolo Jorio, giornalista/scrittore, Direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro di Napoli, socio del Club UNESCO di Bisceglie.

Serata animata, dunque, da una passione smodata, la stessa di Nino che riesce a vedere nello sport la metafora migliore che si possa avere o dare alla vita.

Conosciamo gli Autori:

Francesco de Rosa è nato nel maggio del ’68 a Napoli dove si è laureato in Filosofia. Giornalista e scrittore ha pubblicato diversi libri con vari editori tra saggi ed inchieste giornalistiche. Tra essi ricordiamo: La solitudine e la socievolezza (Firenze Libri); Un Dio per il Duemila (Pironti); Raffaele Cutolo, un’altra vita (Gruppo Il Saggiatore); Licio Gelli, la lunga vita (Laterza). Scrive sulla carta, sui muri, sui banchi, sui cuori, sugli accadimenti, nonché per il portale Italiamiatv.it con inchieste e format televisivi. Si occupa, inoltre, di comunicazione ed eventi per la catena dei Supermercati Piccolo presenti in provincia di Napoli e leader nel settore in Campania.

Pasquale D’Addato è nato a Bisceglie nel 1947. Dirigente e manager di successo e di garbo nel campo dell’industria e della distribuzione nazionale. Esperto nel campo commerciale, del marketing e della comunicazione, ha lavorato, ai massimi livelli, in La Rinascente a Milano, in Coop Italia a Bologna, nel gruppo SISA Nazionale a Bologna in qualità di amministratore delegato e nel gruppo Parmalat a Parma. Ha lavorato, inoltre, in questi anni presso il CE.DI. Centro Sud Campania del Gruppo SISA a Gricignano d’Aversa. Arbitro associato alla Sezione “P.Poli” di Molfetta, osservatore arbitrale in serie A, è stato designatore e dirigente degli arbitri.

Si ringrazia Pina Catino, presidente Unesco Bisceglie, per l’invio del comunicato.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS