Notizie

05
2010
Archiviato in: Eventi
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Sedurre una donna che seduce gli altri e che da sola seduce un tir

Sarà inaugurata sabato 6 febbraio alle ore 20.30 presso la sede dell’Ass. Cult. G.B.Ferrara in via Virgilio 12, “Seduzir”, personale di Sergio Racanati in collaborazione con Grazia De Palma.

La mostra del giovane artista Sergio Racanati, nata tra “un thè caldo e biscottini buonissimi” in compagnia di Grazia De Palma, promossa dall’Ass. Cult. G.B.Ferrara e prodotta dal Museo Nuova Era- Bari, affronta il tema della seduzione estetica più che intellettuale, in cui confluiscono linguaggi e tematiche diversi che spaziano dal micro al macr, dal personale al collettivo, dal provocatorio al poetico.

Alle pareti del grande piano interrato di un condominio completamente bianco con tre pilasti al centro e 6 neon bianchi, sono diverse serie di fotografie: oggetti da corredo nuziale e intimità rubate da Facebook; scatti privati sottratti ad rave party ; esempi di forza fisica maschile e corpi glamour al femminile, con l’incursione della Madonna Addolorata nei panni di un’eroina dark. Ma anche particolari di buchi neri spaziali prelevati da Google o di satelliti provenienti direttamente dalla Nasa. Alla seduzione del lusso, richiamato direttamente qui nella scultorea scritta glitterata “Luxury” Sergio oppone una più sottile provocazione seduttiva, mirante a smuovere l’apatia di un “individuo senza passioni”.

Durante la serata di inaugurazione saranno eseguite tre performance:

  • Pluribell, in collaborazione con Grazia De Palma, vede la presenza di una bambola in carne e ossa, appena uscita da un improbabile carillon e intenta a cogliere palloncini neri con gesti flemmatici ed ipnotici dai risvolti noir accompagnata dalla presenza/assenza del coro degli alpini;
  • Salam Shalom, esecuzione di una specie di mantra scaramantico cantato dall’artista Racanati su un set “gotico/barocco”, accompagnato della band composta da Michele Granito- batteria e percussioni- Roberto Matarrese- sint e chitarra- Sergio Ferrulli- chitarra elettrica- Gerardo Antonacci- basso elettrico, per l’occasione uniti sotto il nome di Rizudes;
  • AmoreAssassinoAmami, delitto intellettuale che si consumerà tra piano superiore ed il vano di transito a quello inferiore, all’interno dell’installazione site specific- uno studio notarile, venuto in visione all’artista al primo sopraluogo dello spazio- dal nome Katast. MyGloryTown, serie di cinque video composti tra il 2007 ed il 2010, installati all’angolo del piano inferiore,è l’estratto di un progetto sul limite tra fiction e verità che Sergio porta avanti da anni, tra documentazione pura e costruzione di luoghi “altri” dove tornare ad essere se stessi.

Per l’invio del comunicato si ringrazia Serena Ferrara, Direttrice de “La Diretta Nuova”.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS