Notizie

12
2012
Archiviato in: Inviti
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

A cura di Libera e del Circolo Open Source Bisceglie

Il 13 marzo ricorre il 27° anniversario dalla morte di Sergio Cosmai, direttore dell’istituto di pena di Cosenza, vittima di un agguato ad opera della ‘ndrangheta.

Sergio Cosmai era un nostro concittadino. Un biscegliese. Un uomo che semplicemente svolgeva il suo lavoro – cosi diceva lui – quando ogni mattina salutava sua moglie, e dopo aver accompagnato la bimba a scuola, si recava al suo “posto di lavoro”, il carcere. Un sistema mafioso in un sistema corrotto. Una realtà controllata dai boss, che impartivano dalle loro stanze ordini e comandi mangiando aragoste e bevendo champagne. E non è uno scherzo.

Sergio Cosmai ha pagato con la vita il mettersi contro. O meglio, fare ciò per cui era li: essere il direttore di un penitenziario e non di un hotel a 5 stelle per capi mafiosi. Ha lasciato sua moglie e il secondo figlio che aveva in grembo. Ha lasciato sua figlia. Ha lasciato il suo amato lavoro. Lo hanno strappato alla vita nel modo piu vile e carognoso, con un brutale agguato, lucidamente pianificato e brutalmente eseguito. Gli hanno sparato.

Presso l‘Open Source sua moglie, Tiziana Palazzo, ci parlerà di lui. Ci parlerà di cosa successe quel maledetto 13 marzo di 27 anni fa. Ci racconterà del “direttore” Sergio e dell’uomo Sergio. Di suo marito. Perchè questa è una delle tante storie che non vogliamo dimenticare.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Martedì 13 marzo
c/o Circolo Arci Open Source
Via Ruvo, 127 – Bisceglie
Inizio ore 20:00
Ingresso gratuito aperto a tutti

Presidio Libera Bisceglie in collaborazione con Arci Open Source Bisceglie.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS