Notizie

03
2010
Archiviato in: Corsi
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

6 e 7 novembre dalle ore 18 alle ore 21 – Open Source

La pizzica pizzica è sicuramente l’aspetto più conosciuto della tradizione salentina e, fra le danze del sud quella che principalmente attira l’attenzione di appassionati di tutta Italia.

Come in tutte le culture popolari, alla musica e di conseguenza alla danza, erano affidate delle funzione sociali ben precise che però oggi sono quasi del tutto ignorate.

La vita attuale infatti c’ha allontanati dal modo di vivere e della mentalità delle società arcaiche.

E’ proprio sulla conoscenza del mondo contadino che si basa la preparazione di Anna Cinzia Villani che è quindi in grado di ricostruire le abitudini delle civiltà rurali in relazione alla musica passando attraverso il fenomeno del tarantismo, il rito della danza-scherma e l’insegnamento dei passi della pizzica pizzica.

Lo stage avrà luogo presso l’arci “Open Source” di Bisceglie in via Ruvo,il giorno 6 e 7 novembre dalle ore 18 alle ore 21.

Lo Stage di Pizzica pizzica a cura di Anna Cinzia Villani si compone delle seguenti parti:

1) Descrizione del contesto sociale e culturale in cui si è eseguita questa danza fino a pochi decenni fa e distinzione delle tre modalità di danza scandite dallo stesso ritmo ma con funzioni diverse:

  • Pizzica pizzica (ballo ludico di coppia);
  • Pizzica tarantata (terapia musicale contro il morso della taranta);
  • Pizzica scherma (duello mimato fra due contendenti).

2) Apprendimento dei passi più semplici con l’ausilio di musiche originali e di riproposta.

3) Ballo in coppia: tutti i partecipanti danzeranno uno alla volta con l’insegnante.

4) Accenni sulla figura del “mesciu de ballu” (colui che regolava il ballo), apprendimento dei passi più complessi, uso del fazzoletto.

5) Ballo di coppia: i partecipanti danzeranno tra di loro mettendo in pratica i vari passi.

6) Durante lo stage sarà possibile la visione di filmati riguardanti le tre modalità di pizzica pizzica.

Una volta ultimato lo stage, sarà possibile approfondire, esercitare e sviscerare le nozioni apprese nel fine settimana, individuando 3 giorni a scelta del mese di novembre. Esperti Vincenzo de Pinto e Rossella di Terlizzi.

Chi è Anna Cinzia Villani

L’incontro dapprima casuale con la musica contadina del Salento, trasformatosi successivamente in vera passione, l’ha spinta ad approfondire il rapporto con cantori, danzatori e musicisti di cultura orale, frequentando con assiduità un mondo che spesso conserva una vivace memoria del passato.

Questo le ha permesso non solo di impadronirsi di alcune tecniche vocali e peculiari aspetti stilistici del canto contadino, ma anche di vivere l’espressività coreutico-musicale in una dimensione spontanea e assai diversa da quella dello spettacolo.

Da molto tempo svolge un’attività didattica tenendo seminari e corsi sulla vocalità tradizionale salentina e sulla danza della Pizzica-pizzica in Italia e all’estero, privilegiando l’attenzione verso materiali audio-visivi realizzati da lei stessa o da altri ricercatori.

Ha partecipato a due trasmissioni RAI “Sulla via di Damasco” , ai “Concerti dal Quirinale”per RADIO RAI UNO, a festivals nazionali e internazionali che riguardano le tradizioni musicali e le danze tradizionali: “I-GHANA” a Malta, “SOGLIE” a Riad, a più edizioni del FESTIVAL WARSZAWSKI (Festival delle culture-Varsavia), a varie edizioni del festival “LA NOTTE DELLA TARANTA”. E’ stata coinvolta in importanti premi per la musica tradizionale di riproposta, più di una volta al PREMIO DI LOANO, al PREMIO TERESA VIARENGO (Asti) classificandosi seconda durante l’edizione 2009 col suo primo lavoro da solista “Ninnamorella”.

Ha avuto una parte di rilievo nella pubblicazione di un docu-corso sulla danza tradizionale salentina “Nu pizzicu de pizzica”, collaborato con i gruppi locali “storici” di riproposta quali Canzoniere Grecanico Salentino e Aramirè e con gruppi teatrali coi quali si è esibita come cantante-attrice nelle opere: IDRUSA – regia di Silvia Civilla; UNOALLALUNA – regia di Salvatore Gervasi; L’OLIMPIADE, METASTASIO OPERA LIRICA – regia di Francesco Micheli.

Tra le collaborazioni attuali quella con l’Ensemble terra d’Otranto e Brizio Montinaro, Suoni Rurali, le formazioni femminili “E quista è la strada de le donne belle” e “Voci di finis terrae” nelle quali si affianca a cantanti prestigiose della scena musicale del territorio: Maria Mazzotta, Enza Pagliara e Cinzia Marzo.

Di recente è nata la collaborazione con Mascarimirì e con loro canta nell’ultimo progetto TRADIZIONALE – polifonia “paccia” salentina.

INFO:
Rossella di Terlizzi 3407166915
de Pinto Vincenzo 3807090700

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS