Notizie

06
2012
Archiviato in: Teatro
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Presidio Libera Bisceglie Sergio Cosmai, Cineclub Canudo e Cinema Nuovo

TRAVERSATE – Cinema oltre confine è il titolo della rassegna, frutto della collaborazione tra Presidio Libera Bisceglie Sergio Cosmai, Cineclub Canudo e Cinema Nuovo, che si terrà ogni giovedì a partire dal 9 febbraio, con due spettacoli, alle 19.00 e alle 21.30, presso il Cinema Nuovo di Bisceglie.

I film in programma sono: Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismäki (9 febbraio), Almanya – La mia famiglia va in Germania di Yasemin Samdereli (16 febbraio), Una separazione di Asghar Farhadi (23 febbraio), Faust di Aleksandr Sokurov (1 marzo).
L’idea della traversata intesa come attraversamento di un confine, come suggerito dal titolo della rassegna, è il filo rosso sotteso a tutti i film in programma. Sia quando l’attraversamento si riferisce al viaggio verso un altrove che è, nel caso di Idrissa, giovane protagonista africano di Miracolo a Le Havre, il luogo del ricongiungimento con la madre in Inghilterra, sia quando esso è sinonimo di ritorno al paese d’origine di una famiglia turca emigrata in Germania (Almanya – La mia famiglia va in Germania), sia
quando la traversata comporta necessariamente una separazione e un abbandono, come accade ai coniugi iraniani Nader e Simin (Una separazione), sia quando il viaggio di Faust si trasforma in un incessante e disperato vagabondare, conseguenza diretta dello
smarrimento nel tentativo di trovare risposta alle proprie domande e dell’incapacità di trarre appagamento dal mondo e dalla conoscenza umana (Faust).

Ancor più che una rassegna sull’immigrazione, dunque, Traversate vuol essere una riflessione sull’idea di confine, inteso come limen, che è appunto soglia verso l’altrove, luogo di apertura verso l’alterità. È in questo senso che la rassegna intende offrire una
visione complessa e non stereotipata dell’altro da sé, con particolare attenzione ai migranti.

Il 16 febbraio, dopo la proiezione di “Almanya – La mia famiglia va in Germania”, è previsto l’intervento dell’associazione Etnie Onlus che, prendendo spunto dal film, fornirà al pubblico in sala ulteriori elementi di dibattito sul tema dell’immigrazione.

La rassegna sarà anche occasione per promuovere la campagna di raccolta firme “L’Italia sono anch’io”, per i diritti di cittadinanza e il diritto di voto per le persone di origine straniera. Le proiezioni saranno accompagnate da presentazioni e momenti di dibattito in sala a cura del Presidio Libera Bisceglie e del Cineclub Canudo.

Orario spettacoli: 19.00 – 21.30
Abbonamento 4 film: € 10
Posto unico: € 4,50
Info e prevendita
Libera Bisceglie: 3489292204 / 3402424210 / presidioliberabisceglie@gmail.com
Cineclub Canudo: 3402215793 /0809648653 / info@cineclubcanudo.it
Facebook: www.facebook.com/events/173974086041783/

Di seguito pubblichiamo il programma della rassegna.

PROGRAMMA

Giovedì 9 febbraio
MIRACOLO A LE HAVRE (Le Havre, Francia-Finlandia-Germania, 2011) di Aki Kaurismäki
Un bohémien sessantenne conduce una vita povera e felice, fra il lavoro di lustrascarpe, le bevute al bar e il caldo ritorno a casa dalla moglie. Poi un giorno incontra un ragazzino africano scappato da un container di clandestini, al porto di Le Havre. E inizia la favola… http://www.bimfilm.com/schede/miracoloalehavre/

Giovedì 16 febbraio
ALMANYA – LA MIA FAMIGLIA VA IN GERMANIA (Almanya – Willkommen in Deutschland, Germania-Turchia, 2011) di Yasemin Samdereli
Protagonista del film è Hüseyin Yilmaz, patriarca di una famiglia turca emigrata in Germania negli anni ‘60. Dopo una vita di sacrifici, ha finalmente realizzato il sogno di comprare una casa in Turchia e ora vorrebbe farsi accompagnare fin lì da figli e nipoti per risistemarla. Malgrado lo scetticismo iniziale, la famiglia al completo si mette in viaggio e alle nuove avventure nella terra
d’origine si intrecciano i ricordi tragicomici dei primi anni in Germania, quando la nuova patria sembrava un posto assurdo in cui vivere. Lungo il tragitto, però, vengono a galla molti segreti del passato e del presente e tutta la famiglia si troverà ad affrontare la sfida più ardua: quella di restare unita. http://teodoracinema.blogspot.com/

Giovedì 23 febbraio
UNA SEPARAZIONE (Jodaeiye Nader az Simin, Iran, 2011) di Asghar Farhadi
Nader e Simin hanno ottenuto il visto per lasciare l’Iran ma Nader si rifiuta di partire e lasciare il padre affetto da Alzheimer. Simin intende chiedere il divorzio per partire lo stesso con la figlia Termeh e, nel frattempo, torna a vivere da sua madre. Nader deve assumere una giovane donna, Razieh, che possa prendersi cura del padre mentre lui lavora, ma non sa che la donna, molto
religiosa, non solo è incinta ma sta anche lavorando senza il permesso del marito. Ben presto Nader si troverà coinvolto in una rete di bugie, manipolazioni e confronti, mentre la sua separazione va avanti e sua figlia deve scegliere da che parte stare e quale futuro avere… http://www.sacherdistribuzione.it/una_separazione_sinossi.html

Giovedì 1 marzo
FAUST (Russia, 2011) di Aleksandr Sokurov
Il Faust di Sokurov non è un adattamento della tragedia di Goethe nel senso tradizionale, ma una lettura di ciò che rimane tra le righe. Che colore ha un mondo che produce idee colossali? Che odore ha? C’è un’aria pesante nel mondo di Faust: progetti sconvolgenti nascono nello spazio angusto dove si affaccenda. È un pensatore, un veicolo di idee, un trasmettitore di parole, un
cospiratore, un sognatore. Un uomo anonimo guidato da istinti semplici: fame, avidità, lussuria. Una creatura infelice, perseguitata che lancia una sfida al Faust di Goethe. Perché rimanere nel presente se si può andare oltre? Spingersi sempre più in là, senza notare che il tempo si è fermato. E passeremo anche noi. Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia 2011 http://www.archibaldfilm.it/faust.php.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS