Notizie

26
2011
Archiviato in: Comunicazioni
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Domenica 9 ottobre il viaggio fra storia, natura ed enogastronomia

Sarà presentato martedì 27 settembre alle ore 11 nel corso di una conferenza stampa presso la sede dell’Agenzia Puglia Imperiale Turismo (via Ognissanti 5, Palazzo Caccetta – Trani) l’atteso programma del “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente in Puglia Imperiale”, organizzato nell’ambito del progetto regionale “Città Aperte 2011”, finanziato dalla Regione Puglia per la migliore fruizione dei siti storici e naturalistici del territorio.

Tutti in carrozza domenica 16 ottobre: un viaggio nel tempo a bordo dei dieci vagoni d’epoca che Trenitalia ha messo a disposizione dell’Agenzia Puglia Imperiale Turismo per attraversare un itinerario dai toni suggestivi, una tratta che porta il viaggiatore a stretto contatto con il paesaggio e che si snoda dall’azzurro del mare Adriatico al verde della Murgia, facendo tappa in luoghi fitti di storia e di natura. Si comincerà scendendo tutti alla stazioncina di Canne della Battaglia, dove nel 216 a.c. Annibale ha cambiato il corso della storia; poi, a scelta, tappa in una inedita Canosa sotterranea, negli Ipogei fra le Tombe a Camera; chi vorrà potrà invece recarsi a Minervino alla ricerca dei sapori più autentici di questa terra accompagnati dagli eccellenti vini della zona di Castel del Monte; o scegliere di immergersi in bicicletta nel Bosco di Acquatetta circondati dalla natura; o ancora, visitare il borgo antico di Spinazzola con la mostra sul 150° dell’Unità d’Italia.

Guide esperte accompagneranno i viaggiatori, che potranno partecipare alla giornata anche in bicicletta: l’Agenzia Puglia Imperiale Turismo ha infatti pensato anche agli appassionati delle due ruote, offrendo loro la possibilità di usufruire di appositi vagoni per facilitare gli spostamenti, pedalando poi sulle strade del Parco dell’Alta Murgia.

Il “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente in Puglia Imperiale” è un appuntamento che si rinnova ormai da 5 anni, ed ogni volta riscuote grandi consensi: domenica 2 ottobre il lungo convoglio partirà da Taranto e, con tappe alle stazioni di Bari Centrale, Trani e Barletta, accoglierà i passeggeri proprio come avveniva una volta, avvolti in atmosfere intense di emozioni. Seduti sui caratteristici sedili in legno e pelle degli antichi vagoni in stile Liberty, dai finestrini scorrerà il film della natura della Valle dell’Ofanto, con i suoi colori particolarmente suggestivi in questa alba di autunno.

L’iniziativa è organizzata dall’Agenzia Puglia Imperiale Turismo in collaborazione con la Direzione Regionale di Trenitalia e l’Associazione Treni Storici di Puglia Onlus, e vede la partecipazione delle Amministrazioni Comunali di Barletta, Canosa, Minervino e Spinazzola, il supporto tecnico e organizzativo del Comitato Italiano Pro Canne, della Cooperativa Dromos.it, della Fondazione Archeologica Canosina, della Strada dei Vini DOC “Castel del Monte”, dell’Associazione Ciclomurgia, della Pro Loco di Spinazzola, dei volontari del SER di Spinazzola e di numerosi ristoranti e strutture convenzionate.

Alla conferenza stampa di martedì 27 settembre interverranno l’Amministratore unico dell’Agenzia Puglia Imperiale Turismo, Luigi Simone, il direttore Alessandro Buongiorno e gli assessori al Turismo dei Comuni coinvolti nel progetto del Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente.

Per maggiori informazioni 347-6323252 o numero verde gratuito: 800.356020.

Dopo il disguido tecnico di domenica 2 ottobre, che purtroppo ha comportato la cancellazione della corsa d’epoca con il “Treno Storico di Puglia Imperiale”, viste le numerose richieste da parte dei passeggeri (coloro che, numerosi avevano prenotato il viaggio, ma anche coloro che non avevano fatto in tempo a farlo) l’iniziativa viene riproposta per domenica 16 ottobre prossimo: stesse modalità, stesso orario, stesso itinerario.

Lo comunica l’ Agenzia Puglia Imperiale Turismo, che aveva curato la programmazione dell’evento nei minimi particolari: il guasto al convoglio di Trenitalia, infatti, non è stato assolutamente imputato agli organizzatori che, nonostante tutto, hanno deciso ora di riproporre l’iniziativa posticipandola di sole due settimane.

“Avremmo potuto rifarlo già domenica 9 ottobre – spiega l’amministratore unico dell’Agenzia Puglia Imperiale, Luigi Simone – ma il tragico evento accaduto nella città di Barletta ci ha spinto a rimanere fermi, nel silenzio e nella solidarietà, nei confronti di quella comunità così duramente colpita dal pesante lutto”.

Dunque partirà domenica 16 ottobre l’attesissimo “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente in Puglia Imperiale”, organizzato nell’ambito del progetto regionale “Cittaperte 2011”, finanziato dalla Regione Puglia per la migliore fruizione dei siti storici e naturalistici del territorio.

Il lungo convoglio partirà da Taranto e, con tappe alle stazioni di Bari Centrale, Trani e Barletta, accoglierà i passeggeri proprio come avveniva una volta, avvolti in atmosfere intense di emozioni. Seduti sul legno e velluto degli antichi vagoni in stile Liberty, dai finestrini scorrerà il film della natura della Valle dell’Ofanto, con i suoi colori particolarmente suggestivi in questa alba di autunno, e dopo la visita a Canne della Battaglia si proseguirà nelle tappe successive, avendo scelto fra i diversi itinerari proposti: archeologico a Canosa, enogastronomico a Minervino, ciclo-faunistico (per gli appassionati delle due ruote) sui sentieri del bosco di Acquatetta, storico a Spinazzola.

L’iniziativa è organizzata dall’Agenzia Puglia Imperiale Turismo in collaborazione con la Direzione Regionale di Trenitalia e l’Associazione Treni Storici di Puglia Onlus, e vede la partecipazione delle Amministrazioni Comunali di Barletta, Canosa, Minervino e Spinazzola, il supporto tecnico e organizzativo del Comitato Italiano Pro Canne, dell’Archeoclub di Barletta, della Cooperativa Dromos.it, della Fondazione Archeologica Canosina, della Strada dei Vini DOC “Castel del Monte”, dell’Associazione Ciclomurgia, della Pro Loco di Spinazzola, dei volontari del SER di Spinazzola e di numerosi ristoranti e strutture convenzionate.

Il programma completo, con tutti i dettagli sugli itinerari e i costi del “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente”, si può consultare sul sito dell’Agenzia www.pugliaimperiale.com .

I biglietti già acquistati restano validi per la nuova data del 16 ottobre, oppure sarà possibile richiedere il rimborso totale entro e non oltre mercoledì 12 ottobre 2011 presso il punto vendita in cui sono stati acquistati; in caso di acquisto on line, occorre chiedere il rimborso mandando una mail a info@bookingshow.com, indicando il codice ordine per lo storno del costo del biglietto stesso.

Sarà possibile acquistare i nuovi biglietti per il viaggio del 16 ottobre sempre tramite la rete Booking Show fino al 14 ottobre e, comunque, fino ad esaurimento dei posti disponibili.Dopo il disguido tecnico di domenica 2 ottobre, che purtroppo ha comportato la cancellazione della corsa d’epoca con il “Treno Storico di Puglia Imperiale”, viste le numerose richieste da parte dei passeggeri (coloro che, numerosi avevano prenotato il viaggio, ma anche coloro che non avevano fatto in tempo a farlo) l’iniziativa viene riproposta per domenica 16 ottobre prossimo: stesse modalità, stesso orario, stesso itinerario.

Lo comunica l’ Agenzia Puglia Imperiale Turismo, che aveva curato la programmazione dell’evento nei minimi particolari: il guasto al convoglio di Trenitalia, infatti, non è stato assolutamente imputato agli organizzatori che, nonostante tutto, hanno deciso ora di riproporre l’iniziativa posticipandola di sole due settimane.

“Avremmo potuto rifarlo già domenica 9 ottobre – spiega l’amministratore unico dell’Agenzia Puglia Imperiale, Luigi Simone – ma il tragico evento accaduto nella città di Barletta ci ha spinto a rimanere fermi, nel silenzio e nella solidarietà, nei confronti di quella comunità così duramente colpita dal pesante lutto”.

Dunque partirà domenica 16 ottobre l’attesissimo “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente in Puglia Imperiale”, organizzato nell’ambito del progetto regionale “Cittaperte 2011”, finanziato dalla Regione Puglia per la migliore fruizione dei siti storici e naturalistici del territorio.

Il lungo convoglio partirà da Taranto e, con tappe alle stazioni di Bari Centrale, Trani e Barletta, accoglierà i passeggeri proprio come avveniva una volta, avvolti in atmosfere intense di emozioni. Seduti sul legno e velluto degli antichi vagoni in stile Liberty, dai finestrini scorrerà il film della natura della Valle dell’Ofanto, con i suoi colori particolarmente suggestivi in questa alba di autunno, e dopo la visita a Canne della Battaglia si proseguirà nelle tappe successive, avendo scelto fra i diversi itinerari proposti: archeologico a Canosa, enogastronomico a Minervino, ciclo-faunistico (per gli appassionati delle due ruote) sui sentieri del bosco di Acquatetta, storico a Spinazzola.

L’iniziativa è organizzata dall’Agenzia Puglia Imperiale Turismo in collaborazione con la Direzione Regionale di Trenitalia e l’Associazione Treni Storici di Puglia Onlus, e vede la partecipazione delle Amministrazioni Comunali di Barletta, Canosa, Minervino e Spinazzola, il supporto tecnico e organizzativo del Comitato Italiano Pro Canne, dell’Archeoclub di Barletta, della Cooperativa Dromos.it, della Fondazione Archeologica Canosina, della Strada dei Vini DOC “Castel del Monte”, dell’Associazione Ciclomurgia, della Pro Loco di Spinazzola, dei volontari del SER di Spinazzola e di numerosi ristoranti e strutture convenzionate.

Il programma completo, con tutti i dettagli sugli itinerari e i costi del “Treno storico dell’archeologia e dell’ambiente”, si può consultare sul sito dell’Agenzia www.pugliaimperiale.com .

I biglietti già acquistati restano validi per la nuova data del 16 ottobre, oppure sarà possibile richiedere il rimborso totale entro e non oltre mercoledì 12 ottobre 2011 presso il punto vendita in cui sono stati acquistati; in caso di acquisto on line, occorre chiedere il rimborso mandando una mail a info@bookingshow.com, indicando il codice ordine per lo storno del costo del biglietto stesso.

Sarà possibile acquistare i nuovi biglietti per il viaggio del 16 ottobre sempre tramite la rete Booking Show fino al 14 ottobre e, comunque, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS