Notizie

28
2015
Archiviato in: Libri
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

Appuntamenti culturali / PROGRAMMA

al seminario webUna serie di incontri al fresco di un giardino segreto, quello del Seminario a Conversano, nelle calde serate estive, degustando un calice di bianco o di rosso e assaggiando prodotti pugliesi, per conversare, o semplicemente ascoltare, un autore sulla sua ultima fatica letteraria.
Nel tentativo di rimuovere la patina di polvere che si deposita sui libri nelle biblioteche, gli incontri letterari indossano nuovi abiti, uscendo dalle librerie per incontrare il pubblico in ambienti più informali, rendendo più interessante il momento del rilassante aperitivo nei tardi pomeriggi estivi.
Così nasce l’idea di “Un libro prima di cena”: per promuovere la cultura, avvicinarsi alla lettura, aiutare gli autori emergenti, trascorrere del tempo, quello prima di cena appunto, stuzzicando la nostra mente e solleticando il nostro palato. Senza dimenticare l’importanza di viaggiare, attraverso le pagine di un libro, anche con i pensieri. Perché è proprio da questo concetto che è partito il progetto dell’Associazione Culturale MadeInBlu, che da tempo si fa promotrice di incontri con gli autori, con il blog di viaggi CittàMeridiane, al fine di creare un’iniziativa che coinvolgesse due attività che spesso vanno di pari passo: basti pensare a quanti scrittori hanno raccontato il viaggio e a quanti viaggiatori hanno pubblicato i loro diari di avventure. Un’iniziativa, dunque, con 5 obiettivi da raggiungere, in 5 appuntamenti, tutti di venerdì, che vedranno protagonisti 5 libri, 5 autori e 5 case editrici nella bellissima atmosfera di un’oasi di verde e relax in pieno centro cittadino, ma al riparo da sguardi curiosi.
Scrittrici e scrittori verranno incalzati a raccontare le loro opere letterarie dalle domande di Mariablu Scaringella. E argomenti diversi si susseguiranno nel giardino segreto: ricorderemo Domenico Modugno e le sue intramontabili canzoni, racconteremo la vera storia di un’adozione e – senza zucchine – del suo lietissimo fine, di un funerale immaginato in maniera scaramantica, della storia vera, ma inventata, del processo subito dal pittore Degas, e della storia verosimilmente crudele e ironicamente paradossale di un ragazzo disadattato di Taranto. Le letture saranno a cura del Teatro Osservatorio.
Si parte il 3 Luglio con tanti interessantissimi spunti di riflessione, vantando la presenza di autori come Alessio Viola, appena rientrato dalla Francia per la presentazione del suo libro tradotto anche lì, Tommy Dibari, già scrittore e autore televisivo insieme a Anna D’Elia e Cosimo Argentina e Fulvio Frezza.
E una volta finita la presentazione sarà il momento dell’aperitivo a cura del team del Seminario. Proprio per questo abbiamo scelto di chiamare l’iniziativa “Un libro prima di cena”, perché sarà un momento molto cordiale e informale, durante il quale sarà possibile ascoltare, ma anche parlare, discutere e trascorrere momenti golosi insieme.
In poche parole, dei Venerdì interessanti vi aspettano al Seminario, venite a chiacchierare con noi?
Il costo degli eventi è di 15 euro con degustazione e piatto aperitivo, inizio ore 19,30. Non è necessaria la prenotazione e i biglietti ai possono acquistare all’ingresso. Post limitati. In caso di maltempo le date potrebbero subire modifiche.
Al Seminario, Via dei Paolotti 2 (ingresso scalinata Liceo Classico) Conversano

Il calendario

3 Luglio Alessio Viola – Ti strappo e ti getto in pasto ai cani ed. Caratteri Mobili
Un uomo con il cancro alla prostata e cinque donne sue ex compagne. Due narrazioni che si intrecciano nella cronaca di un cancro reale, maledettamente vicino, e nel racconto-esorcismo di un funerale immaginario e lontano. Una storia del vivere e del morire, fatta di ricordi, gioventù, amori, viaggi, gelosie; e sullo sfondo i colori della Puglia, del suo mare, della campagna, dei tramonti. Quello che Alessio Viola sembra dirci è che il cancro si combatte così, oltre che con le medicine e i medici: parlandone, familiarizzandoci, trattandolo come un ospite sgradito di cui è meglio liberarsi il prima possibile, e tenendo a distanza la depressione e tanta inutile retorica. Il cancro è una malattia, non una condanna a morte. Una fottuta, schifosa, dolorosa malattia che si può combattere.
17 Luglio Tommy Dibari – Sarò vostra figlia se non mi fate mangiare le zucchine. Storia di un’adozione ed.Cairo
Tommy e Doriana sono una giovane coppia come tante: si amano, si sposano, decidono di avere un figlio. Ma il figlio tanto desiderato non arriva, e i due vengono risucchiati in un percorso fatto di angosce e speranze disattese. Tommy e Doriana decidono allora di reagire, di seguire il cuore, scendono in profondità, nel posto segreto delle emozioni verso una scelta altrettanto ardua: l’adozione. Poi, un giorno, la risposta arriva dal tribunale italiano: c’è uno scricciolo, fragile come una foglia, che risponde al nome di Martina. Non vuole né zucchine né botte, ma ha un’immensa fame d’amore. E così tutto si capovolge, perché la vita può anche essere letta al contrario. Come dice Martina, «se lo guardi bene, il cielo è un mare rovesciato».
24 Luglio Anna D’elia – La scimmia di Degas ed. Giazira Scritture
Il 2 febbraio 1880 Edgar Degas, di fronte a un pubblico accanito composto da artisti, modelle, cittadini e scrittori, è costretto a difendersi da solo. Ma chi lo ha portato alla soglia del baratro? Comincia a Napoli un rapporto travagliato fra Degas e quella che sarà una delle sue più famose modelle, soprannominata “la scimmia” per il colore della pelle e il suo aspetto quasi ferino. Un romanzo intenso, appassionato, che propone temi sempre attuali: la condizione della donna, il suo ruolo nella società, e lo scontro fra la visionarietà degli artisti e i limiti (a volte bigotti) del sentire comune. Contrasto reso ancora più intenso dalla descrizione, fra aneddoti e la voce in prima persona dell’artista francese, di come alcuni suoi quadri e opere hanno preso vita.
31 Luglio Cosimo Argentina – L’umano sistema fognario ed. Manni
Emiliano Maresca lavora come un mulo in un capannone industriale, ama segretamente una ragazza di nome Anansa e conserva il cadavere della madre nel frigorifero di casa. Ascolta musica heavy metal, ha appeso sopra al letto un poster di Hitler, ha i brufoli, gli occhiali a culo di bottiglia, i capelli grassi e un paio di amici. Quando scopre di avere un padre e due sorelle, che mai ha conosciuto e che non sanno della sua esistenza, la dinamite che ha dentro deflagra con imprevedibile ferocia. In un percorso di grottesca crescita autodistruttiva, in un eroicomico apprendistato alla vita, Emiliano rotola giù, con cieca ostinazione, nella degradata quotidianità di una Taranto disfatta. Cosimo Argentina, con un alto tasso di ironia, rovescia in immagini esilaranti un romanzo crudele, e ci racconta l’umano sistema così simile a una fogna smaltata.
7 Agosto Fulvio Frezza – Meraviglioso ed. Florestano
La Puglia è la vita mia, nelle mie vene scorre sangue pugliese. Ho cominciato a cantare scrivendo canzoni in dialetto di San Pietro Vernotico, la città dove vivevo da quando avevo sette anni. Sono nato a Polignano a mare, una città aggrappata agli scogli, dove l’odore del mare ti avvolge e ti costringe a cercarlo, correndo tra i vicoli, che sono un labirinto, lasciandoti guidare dal suono delle onde, fino ad affacciarti a guardarlo dall’alto di uno strapiombo. E quell’odore, quel sapore, me li sono portati sempre dentro.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS