Frantoio Galantino

Notizie

17
2013
Archiviato in: Conferenze
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie
Tags: , , .

Sabato 21 settembre 2013 a Bisceglie

image descriptionLa giornata Internazionale della Pace, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1981 per commemorare e rafforzare gli ideali di Pace fra tutte le nazioni e le persone,  è osservata ogni anno il 21 settembre ed è intesa come un giorno di cessate il fuoco globale contro ogni forma di violenza.
Il Club UNESCO Bisceglie, attraverso incontri di Educazione ed Informazione, promuove questa giornata ogni anno quale “sfida permanente”, come affermato più volte da Pina Catino, Presidente del suddetto Club.

Due gli incontri promossi quest’anno  per la Giornata della Pace. Quello della mattina, insieme al  Liceo “da Vinci” di Bisceglie, Dirigente Scolastico, prof. Giambattista Colangelo, e quello delle ore 18, presso la dimora storica Consiglio – Nacci.

La manifestazione si svolgerà nel seguente modo:  ore 10:00  – INCONTRO  con gli studenti delle Classi V del Liceo Scientifico – Linguistico – Coreutico “l. da Vinci” di Bisceglie presso il Teatro Mediterraneo del Liceo; ore 18:30  Dimora Storica Consiglio – Nacci,  CONVEGNO Educare alla Pace,  che sarà preceduto dalla Santa Messa,  alle ore 17, celebrata da Padre Franco Cannito, nella chiesetta San Nicola Vescovo.
Dopo il Saluto alle Bandiere, la lettura del Preambolo dell’Atto Costitutivo delle Nazioni Unite, che sarà interpretata  dall’Attrice drammatica, Miriam Gaudio,  il saluto del Sindaco Città di Bisceglie, Avv. Francesco Spina, darà inizio al Convegno “Educare alla Pace”.
Interverranno, il dott. Giuseppe Todisco – Grande, già Prefetto di Arezzo, la  prof.ssa Rosa Leuci – Responsabile dei  Presidi del Libro di Bisceglie,  il dott. Francesco Brescia, speaker trasmissione radiofonica “Cosa succede in Città” su Radio Centro.

Relatore nei due incontri, il dott. Valentino Losito, Presidente Ordine dei Giornalisti della Puglia.

Nel suo intervento: una sfida al nostro egoismo, al comodo rintanarci nelle nostre fragili certezze, nelle nostre miopi pigrizie, nelle nostre stanche ideologie.
Educarci alla pace è accettare il rischio di uscire da noi stessi e di incontrare l’altro.
La Pace non è starsene in pace, è un cammino, è una fatica! Non è una “materia”, non è una lezione che possa essere impartita, non ha bisogno di maestri ma di testimoni.
La pace non va insegnata, va vissuta.
La pace  è  l’uomo che si riscopre uomo e che vede nell’altro non solo un altro da sé, ma un’altra parte di sé, la sua parte inesplorata.
La pace è la capacità di tessere relazioni, di dialogare, di incontrare, non di eliminare i conflitti ma di governarli.
La pace ha molti nomi:  si chiama ascolto, sguardo,  ricerca. La giustizia, la solidarietà,  l’attenzione per l’altro, per il diverso, per il lontano sono alcuni dei tanti nomi della pace.
La bellezza è una via della pace. Non c’è simbolo più forte dell’ulivo per raccontarci la pace, per sentirne la profonda nostalgia.
L’ulivo è contorto, è rugoso. Nella fatica di coltivare l’ulivo c’è la promessa della spremitura.
L’ulivo ci insegna la pace, per questo è sacro. La pace è fragile è preziosa perciò richiede la cura di essere coltivata con la sperante pazienza dei costruttori. E’ essere chiamati ogni giorno a fare nuove tutte le cose, ad iniziare dal nostro cuore.
La Mostra personale ” Ulivo è Poesia ” del pittore naturalista Enzo Morelli, presentato dal prof. Franco Martini, docente in Lettere Antiche, Attore e Regista, assume nel convegno  un ruolo etico strategico, che meglio di tutte testimonia la sofferenza radicale e insieme il tenace  protagonismo dei sud del mondo e del mediterraneo in particolare.

La giornata gode del  Patrocinio del Comune di Bisceglie, Regione Puglia – Presidenza del Consiglio Atto n. 1157 del 10-9-2013, Ordine dei Giornalisti della Puglia, Presidi del Libro, Radio Centro ” Cosa succede in città”.

Pina Catino
Club UNESCO Bisceglie

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS