Notizie

11
2012
Archiviato in: Eventi
Di: Ufficio Stampa Pro Loco Bisceglie

A cura dell’Unesco Bisceglie

Il Club UNESCO Bisceglie, presieduto da Pina Catino, ha organizzato una Visita d’Istruzione-Seminario (h 4) presso l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (CIHEAM – IAMB) Centro di Formazione postuniversitaria, su “Acqua e sicurezza alimentare”, coinvolgendo 45 studenti dell’Istituto Tecnico Economico Statale “ “G. Dell’Olio” di Bisceglie, presieduto dal Dirigente Scolastico, prof. Francesco Sciacqua, per celebrare la Giornata mondiale dell’Acqua UNESCO, che si tiene ogni anno il giorno 22 marzo (Risoluzione A/RES/47/193).

Il tema 2012 “Acqua e sicurezza alimentare” sarà trattato dai ricercatori IAM,  proff . Daniele Zaccaria, Daniela D’Agostino, Gaetano Ladisa che relazioneranno nelle quattro aree tematiche del centro di formazione: “Gestione del suolo e delle risorse idriche”, “Protezione integrata delle colture frutticole mediterranee”, “Agricoltura Biologica Mediterranea” e “Agricoltura sostenibile e Sviluppo rurale”,  dopo i saluti del  Direttore del CIHEAM –  IAMB, dott. Cosimo Lacirignola, del dott. Luigi Sisto – Responsabile Centro Documentale e Formazione a Distanza IAM Bari, del Sindaco Città di Bisceglie avv. Francesco Spina, del Dirigente Scolastico – prof. Francesco Sciacqua e del Presidente Club UNESCO Bisceglie,  Pina Catino.

Un momento importante per riflettere su un tema delicato “Il mondo ha sete perché abbiamo fame”, questo lo slogan della nuova campagna a sostegno dell’evento. Oggi ci sono 7 miliardi di persone da nutrire sul pianeta – si legge sul sito dedicato, www.worldwaterday2012.org – e entro il 2050 ce ne saranno 2 miliardi in più.

Lo scorso anno l’Assemblea delle Nazioni Unite ha riconosciuto che l’accesso a fonti pulite di acqua è un diritto umano fondamentale. Eppure, un miliardo di persone oggi non ha accesso all’acqua potabile e sono 2,6 miliardi le persone prive di servizi igienici essenziali; la mancanza di acqua pulita è il secondo fattore di mortalità infantile al mondo, con 1,5 milioni di bambini sotto ai 5 anni che restano vittime dell’acqua.

Quest’anno, lo IAMB- CIHEAM rappresenterà l’Italia al 6th World Water Forum, che si terrà a Marsiglia, infatti, l’IAM è tra i membri fondatori del Consiglio Mondiale dell’Acqua (WWC) e all’Istituto è affidata la responsabilità dei programmi di ricerca in materia di risorse idriche nella regione mediterranea e nel mondo arabo. l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, è anche uno dei fondatori del GWP (Global Water Partnership) con responsabilità di tutte le sue iniziative di agricoltura irrigua nell’ambiente mediterraneo. Con la sigla   CIHEAM si intende’ un Organismo intergovernativo al quale aderiscono 13 Paesi mediterranei. La sua sede è a Parigi. Lo compongono i delegati (uno per Paese) dei Paesi aderenti. Sono membri di diritto, con voto consultivo, i rappresentanti dell’OCSE e del Consiglio d’Europa. Come osservatori assistono alle riunioni rappresentanti della Commissione Europea, della FAO e dell’ OADA. Il Consiglio di Amministrazione si avvale della consulenza del Comitato Scientifico, composto da eminenti personalità scelte tra membri di istituzioni d’insegnamento superiore agricolo e di centri di ricerca agronomica. L’ evento promosso dal Club UNESCO di Bisceglie è sotto l’Alto Patrocinio della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO membro dell’Esecutivo mondiale e   gode del Patrocinio Istituzionale del Comune di Bisceglie e Regione Puglia-Presidenza del Consiglio Atto 586, 14 febb 2012.

Gli studenti, riceveranno un attestato come credito scolastico.

Il Presidente
Pina Catino

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS